Sardegna, 40 kg di sabbia bianca rubata: fermati due turisti francesi

Sardegna, 40 kg di sabbia bianca rubata: fermati due turisti francesi

Ancora casi di furto da parte di turisti provenienti da tutto il mondo in terra sarda. Questa volta, ad essere colti flagrante, sono due francesi, i quali sono stati fermati dalla Guardia di Finanza mentre erano a bordo del loro suv in procinto di tornare in Francia con 40 chilogrammi di sabbia bianca. La giustificazione data è sempre la solita: ‘Non pensavamo fosse reato, è solo un semplice souvenir, un ricordo’. Purtroppo per loro, però, i nostri militari sono riusciti a smascherare i due ladri appena prima di riuscire a salire sul traghetto in partenza da Porto Torres in direzione Tolone.

La coppia ha riempito ben 14 bottiglie di plastica con la spiaggia bianca di Chia. La merce veniva tenuta ben nascosta nel baule della propria vettura, lontana da occhi indiscreti. Una volta scoperti, i due hanno immediatamente chiesto scusa alla Finanza, sostenendo di non conoscere il reato commesso. La coppia è stata denunciata per furto e non solo, essi rischiano l’aggravante di aver sottratto un bene destinato alla pubblica utilità. La pena potrebbe variare da uno a sei anni di reclusione.

Il commercio illegale

Il commercio illegale di questi ‘souvenir‘ si allarga e cresce sempre di più. Sabbia, ciottoli, conchiglie e molluschi sono prede di ladri e del mercato nero. La popolazione sarda, però, sta cercando di combattere questa piaga sociale con forza e con regole ferree. Sono tantissime le operazioni delle forze dell’ordine che hanno rinvenuto una grandissima quantità di questi ‘oggetti’. La caccia ai furbetti continua.