Sardegna, altro incendio nel sassarese: massima allerta

Incendio in Sardegna

Un pericoloso incendio si è sviluppato ieri, mercoledì 7 agosto, a Sorso (Sardegna). Paura tra i residenti, che hanno visto le fiamme vicine alle proprie abitazioni. Non si registrano danni né feriti.

Spaventoso incendio in Sardegna

Temperature altissime e forte vento hanno causato l’ennesimo incendio in Sardegna. Le fiamme sono divampate alla periferia di Sorso, un paese nel sassarese, e sono arrivate a ridosso delle case. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del fuoco arrivati dal Sassari e la compagnia barracellare del Comune.

Sono stati minuti di apprensione per molti residenti, che hanno aiutato la Protezione Civile a spegnere il fuoco utilizzando le pompe allacciate ai rubinetti delle loro abitazioni. Nel giro di poco tempo l’incendio è stato bloccato, e per fortuna non ci sono stati danni né qualcuno è rimasto ferito.

L‘allerta resta comunque alta nell’isola, date le alte temperature previste per i prossimi giorni che potrebbero toccare anche punte di 42 gradi. Condizione ideale, insieme alle forti raffiche di vento, per il divampare di incendi.

L’allarme di Coldiretti

Intanto Coldiretti lancia un allarme. Nei primi mesi di quest’anno i roghi registrati sono stati 295, quasi il triplo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo causa effetti devastanti sull’ambiente ma anche sull’economia.

L’associazione stima infatti che serviranno almeno 20 anni per ricostruire tutte le sugherete bruciate. La quercia da sughero può vivere anche fino a 300 anni, e ogni 9 anni può essere effettuata l’estrazione del materiale. La perdita di anche solo uno di questi alberi rappresenta un grandissimo danno, contando che il comparto colpito in Sardegna vale il 6% di tutto il sughero del mondo.