Sardegna, Regione approva documento per riequilibrio insularità

red/Rus

Roma, 24 ott. (askanews) - La Giunta regionale della Sardegna avvia il procedimento per il riequilibrio dell'insularità. La novità è contenuta nella delibera approvata martedì attraverso la quale l'Assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia, d'intesa con il Presidente Solinas, ricorda come uno degli obiettivi principali dell'attuale legislatura sia quello di ottenere dallo Stato il riconoscimento del grave e permanente svantaggio naturale derivante dall'insularità e l'adozione di misure adeguate a garantire ai sardi un'effettiva parità e un reale godimento dei diritti individuali inalienabili.

Due le direttrici principali individuate dalla Giunta: l'avvio del percorso volto all'attuazione dell'articolo 22 della legge n. 42/2009 (federalismo fiscale) anche attraverso una richiesta al Parlamento affinché deleghi il Governo per l'attuazione dell'articolo; la possibilità di demandare a un successivo provvedimento della Giunta l'individuazione delle proposte da negoziare con lo Stato e in particolare la possibilità di individuare oltre all'indice ordinario per misurare la perequazione, un coefficiente insulare che consenta un corretto incremento dei trasferimenti destinati alla Sardegna.

"Oggi la Giunta regionale sta facendo valere le pari opportunità dei sardi - spiega l'Assessore Frongia - L'attivazione del procedimento per il riequilibrio dell'insularità della Sardegna nasce dall'esigenza di assicurare alle famiglie e alle imprese sarde pari opportunità e pari diritti rispetto ai cittadini europei. Con questa delibera prende avvio il processo che introduce la questione relativa alla definizione di parametri oggettivi relativi alla misurazione e alla compensazione degli effetti (divario di sviluppo) legati all'insularità".(Segue)