Sardegna, riordino partecipate: Fluorite incorporata in Igea -2-

red/rus

Roma, 12 ott. (askanews) - Ulteriori motivazioni della fusione, è stato spiegato, vanno ricercate nell' esigenza di concentrare in un' unica società le competenze ad oggi presenti in tutte e due le società partecipanti all' operazione, in quanto attive negli stessi ambiti, favorendo pertanto l' accorpamento delle funzioni aziendali amministrative e operative al fine di creare economie di scala nel rispetto dei principi di economicità, efficienza ed efficacia ai quali si deve uniformare l'attività, trattandosi di partecipate pubbliche.

La fusione, così come ipotizzata, non presenta alcun aspetto negativo né crea pregiudizio ai soci delle società interessate poiché derivano sostanziali ed importanti benefici economici, amministrativi e finanziari per le società partecipanti, tra i quali: riduzione dei costi amministrativi, gestionali e organizzativi, attraverso concentrazione delle relative funzioni, semplificazione della struttura aziendale, accentramento dei processi produttivi diretti a valorizzare tutte le attività patrimoniali dell'incorporata, realizzazione di progetti di miglioramento della logistica e di consolidamento finanziario.