Sardine: chiusura campagna elettorale a Papete?Forse sì forse no

Pat

Bibbiano, 20 gen. (askanews) - "Forse sì, forse no, non lo so. Non confermo e non smentisco. Ma oggi non parliamo del Papete, siamo venuti a Bibbiano per parlare di questa comunità ferita dagli sciacalli della Lega". Così il fondatore del movimento delle Sardine, Mattia Santori, ha risposto a margine di un'assemblea pubblica a Bibbiano a chi gli chiedeva se il 24 gennaio, per la chiusura della campagna elettorale, i sostenitori delle Sardine saranno convocati in provincia di Ravenna, al Papete, il locale in cui quest'estate l'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini era stato immortalato mentre ballava e beveva mojito.

Il 26 gennaio, durante lo scrutinio nei seggi dell'Emilia-Romagna "avremo un momento nostro privato, sarà bello vivere un risultato elettorale" ha aggiunto Santori. "Abbiamo già detto che la nostra sfida è molto sull'affluenza, sulla partecipazione. E' lì che si gioca la partita. Non tanto sulla sinistra o sulla destra. E' tornata la voglia di votare e di dire la propria. Abbiamo chiesto alle persone di rimetterci la faccia e sarebbe incoerente non chiedere la stessa cosa nel momento in cui c'è da andare a votare".