Sardine, Fico: "Spero Movimento resti libero dai partiti"

webinfo@adnkronos.com

"L'unico consiglio non richiesto che mi sento di dare" al movimento delle Sardine "è che in questa fase storica è bene che ci sia un movimento che rimanga libero, lontano dai partiti e soprattutto da una sirena che a volte è molto più grave, che è quella della comunicazione a tutti i livelli". Lo ha affermato il presidente della Camera, Roberto Fico, incontrando l'Associazione stampa parlamentare per gli auguri natalizi.

"Persone che si aggregano, gente che va in piazza -ha aggiunto- è sempre una buona notizia per il Paese, perché significa avere una democrazia viva".

SCUOLA - "'L'istruzione è il futuro del nostro Paese" dice il presidente della Camera. "Se non riusciamo ad essere perfetti su questo tema tra 20 anni il Paese sarà forse peggiore". Bisogna "investire sulla scuola pubblica". "Nilde Iotti -ha ricordato Fico- diceva sempre studiare, studiare, studiare, anche quando parlava di emancipazione delle donne si riferiva alla possibilità di studio".

GOVERNO - "Una legislatura che dura due, tre anni non fa bene al Paese, deve durare cinque anni", perché per risolvere i problemi del Paese ci vuole tempo e non ci può essere "una continua campagna elettorale". "La maggioranza dovrà fare il suo percorso, a loro decidere il modo migliore di farlo. L'alleanza deve essere sulla visione del Paese, bisogna riuscire a comprendere la direzione e costruirla insieme. Già abbiamo visto che una forma cosiddetta di contratto non funziona, perché diventa 'un provvedimento a te un provvedimento a me' e non è la costruzione di una visione del Paese". "Al di là della maggioranza, auspico -ha aggiunto- che qualsiasi maggioranza abbia una visione politica del futuro, affinché si possano realizzare nel modo migliore i temi".

"L'UOMO SOLO AL COMANDO" - "L'uomo solo al comando non ha risolto mai niente - ha detto il presidente della Camera Fico -, sono le democrazie che hanno dovuto risolvere ciò che l'uomo solo al comando aveva fatto". "Le risposte che si devono dare -ha proseguito Fico- sono sempre attraverso la collaborazione, il dialogo, l'ascolto, l'empatia, questa è la nostra democrazia".

PRESCRIZIONE - "Spero che il Parlamento faccia la sua strada", perché sulla prescrizione si trovi una soluzione che coniughi esigenze di giustizia con processi veloci.

MANOVRA - Sulla manovra "c'è un problema che si era presentato anche l'anno scorso: il governo deve comprendere che la manovra va mandata alle Camere nei tempi previsti. Già la manovra di bilancio è complessa, dovrebbe arrivare il 20 ottobre per essere approvata entro fine anno, due mesi già sono pochi, se arriva oltre il 20 ottobre diventano pochissimi e ci troviamo in questa situazione che non è tollerabile". "Con il presidente Casellati -ha aggiunto- stiamo sulla stessa linea, perché entrambi vogliamo far valere le prerogative del Parlamento, quindi ci dovrà essere un cambio di passo, è un problema ricorrente e voglio che si risolva".

EDITORIA - "Tutta la solidarietà ai lavoratori di Askanews" ha detto il presidente della Camera, augurandosi che "si riescano a risolvere i problemi che in questo momento stanno vivendo".