Sardine in piazza a Roma: "Sarà una festa"

webinfo@adnkronos.com

Hanno scampato di un soffio l'allerta maltempo che ha bloccato Roma con l'ordinanza Raggi e per Stephen Ogongo, tra gli organizzatori delle Sardine di Roma, già questo è buon segnale. "Pare ci sarà bel tempo". Il Sardine Day di piazza San Giovanni è pieno di incertezze a partire da quanti saranno in piazza. L'obiettivo è 100mila, ce la farete? "Sappiamo che tanti verranno, anche da altre città, ma questo è un movimento spontaneo, non lo sapremo fino all'ultimo, fino a quando non ci conteremo in piazza", dice Ogongo all'Adnkronos.  

Ci sarà un palco? "No, abbiamo deciso di non montare un palco. Ci sarà un tir, con il logo delle Sardine e da lì ci saranno gli interventi". Chi parla in piazza, com'è la scaletta? "Ci saranno pochissimi interventi perché le piazza delle Sardine sono piazze delle persone, piazze in cui ciascuno è libero di esprimersi. Ci saranno delle letture dal tir-palco".  

Quali? "Articoli della Costituzione. Dobbiamo ancora decidere quali. Ma la Costituzione sarà al centro della manifestazione. Perché lì c'è scritto tutto: l'antifascismo, l'antirazzismo, il rispetto della dignità della persona umana. E' un documento che a leggerlo commuove e che se fosse applicato da chi ha la possibilità di applicarlo -dice Ogongo- renderebbe migliore la nostra società".  

La colonna sonora sarà ovviamente Bella Ciao... "Sì, certo. Ma questa non è una manifestazione classica con la scaletta da rispettare. E' una festa -dice Ogongo- e a una festa si balla e si canta e ognuno può intonare la canzone che vuole". Pentito di quella frase sulla manifestazione aperta a tutti, anche a Casapound? Verranno? "Non credo che verranno. Non credo che un fascista vada a una manifestazione antifascista dove si canta Bella Ciao... E comunque da parte mia non c'è stato nessuno invito a Casapound, piuttosto una sfida a riconoscere i valori della nostra manifestazione".  

E' vero che dopo San Giovanni farete un punto sui prossimi passi della Sardine? "Sì ci vedremo, non sappiamo ancora dove e quando. Ma sarà un momento non di discussione ma intanto per conoscerci, per ritrovarsi tutti insieme chi ha organizzato le varie manifestazioni nella città, mangiare qualcosa insieme e fare conoscenza".