Sardine a Salvini: Nibras 'asfaltata'? No, minacciata

Lsa

Roma, 28 dic. (askanews) - Le Sardine scrivono a Matteo Salvini per difendere Nibras Asfa, la ragazza di origine palestinese che lo scorso 14 dicembre ha parlato dal palco di San Giovanni a Roma durante la manifestazione del Movimento. Il leader della Lega in un post l'ha definita 'asfaltata', provocando numerosi commenti dei suoi fan.

"Creare un clima sociale in cui una donna non si sente libera, non e' cristiano - scrive Lorenzo Donnoli, uno dei portavoce del M5s rivolgendosi a Salvini -. Nibras e' italiana, e da due settimane riceve minacce indicibili con numeri da record, cosi', per divertirsi, che lei ha stimolato e fomentato. I cristiani amano ed aiutano il prossimo, utilizzano comprensione e l'altra guancia, i cristiani che vivono davvero la fede".

Il leader della Lega ha subito replicato: "E io sono Matteo, sono cristiano, sono figlio di mia mamma che si chiama Silvana e di mio papa' che si chiama Ettore, spero di non dare fastidio a nessuno!".