Sardine, Santori: M5s contro vitalizi? Strumentali

mattia santori

Torna a parlare Mattia Santori, il leader del movimento delle Sardine, questa volta commentando il ritorno in piazza del Movimento 5 Stelle contro il ripristino dei vitalizi.

Santori: manifestazione M5s strumentale

Dopo aver incontrato il ministro per il Sud Provenzano, il leader delle Sardine si concede ai giornalisti, commentando una manifestazione del M5s programmata per sabato 15 febbraio. Per lui, l’azione del M5s, che scenderanno in piazza contro il ripristino dei vitalizi in Senato, è “strumentale, molto strumentale“. Palazzo Madama sarebbe pronto ad annullare la sforbiciata imposta dal ricalcolo su base contributiva per oltre 700 ex senatori, cancellando un risparmio di 22 milioni di euro l’anno. “Il M5s nel momento in cui il dl sicurezza, ad esempio, ha smantellato tutta una serie di servizi di integrazione, torna a occuparsi di vitalizi: non credo che abbia seguito l’attualità dell’agenda di governo” sono state le parole di Santori ai giornalisti. Subito la replica del sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano, che ha commentato le parole di Santori su twitter: “Dopo aver posato sorridente in foto accanto ai Benetton, si scaglia in difesa dei vitalizi sostenendo che la piazza M5S contro i ricorsi sia “strumentale”. A quando il sostegno alle pensioni d’oro? Il vuoto che avanza“.

Santori sul caso Gregoretti

Ai giornalisti Mattia Santori ha lasciato anche qualche parola sul caso Gregoretti e del voto del Senato su Matteo Salvini: “Siamo favorevoli che il Parlamento autorizzi i giudici”, ha risposto Santori. “Quindi che vada a processo e scopriremo quali sono le responsabilità“. Poco prima, aveva ribadito: “Non essendo in Parlamento non è una mia scelta, non è uno dei temi al nostro ordine del giorno. Ma è la punta dell’iceberg di un problema molto più grosso, i decreti sicurezza, di cui non si salva niente