Sardine siciliane: "Citofona a Salvini per regalargli la Costituzione"

webinfo@adnkronos.com

"Citofona a Salvini per regalargli una copia della Costituzione". Le Sardine siciliane si mobilitano in occasione della visita a Palermo del leader della Lega. Una tappa nel capoluogo siciliano, quella di Matteo Salvini, che prevede, tra l'altro, un'iniziativa pubblica nel teatro 'Al Massimo' alle 18.30. E proprio nella centralissima piazza Verdi poco prima si sono date appuntamento le Sardine per il loro 'silent flash mob'. "La nostra presenza sarà all'insegna dei valori che ci contraddistinguono: non violenza, educazione, creatività, cultura ed originalità", spiegano gli organizzatori, che hanno chiamato a raccolta tutti con un tam tam sui social.  

"Forse vorrà incontrare i deputati regionali che, avendo abbandonato il precedente gruppo parlamentare, hanno costituito in una mirabolante ed eclettica opera di trasformismo quello della Lega Nord all'Ars? - chiedono le Sardine - Oppure, forse, vorrà ufficializzare l'ingresso della Lega Nord nel Governo della Regione siciliana attraverso l'assegnazione di un assessorato?". In piazza però il movimento ci sarà per dimostrare "l'esistenza di una cittadinanza attiva e consapevole, vero e proprio anticorpo sociale, libero dalla subdola demagogia veicolata dalla bestia e fondata sull'odio e la criminalizzazione del diverso".  

Sardine ma non solo. Centinaia di persone si sono riunite dalle 14 di oggi pomeriggio a piazza Mediterraneo nel cuore del mercato di Ballarò, a Palermo, per contestare la programmata visita di Salvini. Un quartiere, quello di Ballarò, che ha fatto dell'accoglienza e della diversità la sua caratteristica. In piazza anche alcune magliette della Ong Mediterranea. Al momento la visita di Salvini al mercato, prevista dal programma ufficiale, non è ancora certa.