Sarebbero partiti tutti dalla Libia.

·1 minuto per la lettura
Migranti Geo Barentes Messina
Migranti Geo Barentes Messina

La Geo Barents, la nave umanitaria di Medici senza frontiere, ha ricevuto l’autorizzazione ad approdare al porto di Messina ed ha attraccato con a bordo 186 migranti e ben 10 corpi di persone morte che sono state recuperate in mare dal fondo di una barca.

Migranti, la Geo Barents sbarca a Messina

Si tratta dell’ennesima situazione emergenziale registrata nel Mediterraneo con i migranti che, in questo caso, hanno passato ben 13 ore a chiedere aiuto senza però che nessuna delle autorità marittime dei Paesi mediterranei desse loro ascolto.

A Messina i migranti della Geo Barentes

Stando a quanto riportato da Medici senza frontiere, a bordo della nave ci sarebbero persone provenienti principalmente dalla Guinea, dalla Nigeria, dalla Costa d’Avorio, dalla Somalia e dalla Siria. Sarebbero partiti tutti dalla Libia e molti di loro avrebbero traumi e stress acuto casuati dal tanto tempo passato in mare e dal fatto di aver visto morire sotto i loro occhi alcuni compagni di viaggio.

La Geo Barents a Messina con 186 migranti e 10 morti

È stata sempre Medici senza frontiere a dare notizia sui propri profili social dell’autorizzazione a sbarcare a Messina per la Geo Barents: “Assegnato il porto di Messina. Le 186 persone a bordo potranno sbarcare e speriamo che possano avere tutta l’assistenza di cui hanno bisogno. Le salme delle 10 persone che hanno perso la vita potranno avere una degna sepoltura”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli