Sassari, aggrediti dal figlio con una fiocina: anziani in fin di vita

figlio aggredisce genitori
figlio aggredisce genitori

Aggredisce i genitori con un fucile da pesca subacquea e un coltello: fermato un uomo di 47 anni, figlio della coppia che ora è in fin di vita.

Figlio aggredisce i genitori anziani

Follia poco prima dell’alba a Santa Maria Coghinas,in provincia di Sassari: intorno alle 04:30 di questa notte – mercoledì 27 aprile – Alberto Picci, 47 anni, ha aggredito i genitori con un fucile da pesca subacquea e un coltello procurando a entrambi gravissime lesioni.

Le vittime sono state trasportate all’ospedale di Sassari e si trovano in fin di vita, mentre l’aggressore è stato fermato dai Carabinieri. Potrebbe esserci un raptus all’origine dell’aggressione con cui Alberto Picci ha colpito il padre, Giuseppe Picci, 68 anni, e la madre, Maria Giovanna Drago, 67 anni.

La ricostruzione dell’attacco

Secondo le prime ricostruzioni, il 47enne si sarebbe svegliato e, in stato confusionale, avrebbe aggredito i genitori. Il padre è stato colpito con una fiocina sparata con un fucile da pesca subacquea, la madre con un coltello. All’arrivo dei soccorsi le due vittime sono state trasferite in codice rosso all’ospedale Santissima Annunziata di Sassari, e ora sono ricoverati in condizioni molto gravi.

L’aggressore è stato invece arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Valledoria e condotto in caserma. Qui è stato interrogato e sarà trasferito nel carcere di Bancali, a Sassari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli