Sassoli chiede ad autorità egiziane rilascio immediato di Zaky

Loc

Bruxelles, 12 feb. (askanews) - "Lo studente egiziano residente a Bologna Patrick George Zaky, che è stato arrestato al suo rientro all'aeroporto dal Cairo, che, secondo Amnesty International, è stato interrogato, picchiato e torturato per 17 ore", deve essere "immediatamente rilasciato" da parte delle autorità egiziane. Lo ha affermato oggi a Strasburgo il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, durante una conferenza stampa.

"Voglio ricordare alle autorità egiziane che l'Ue condiziona i suoi rapporti con i paesi terzi al rispetto dei diritti umani e civili, come ribadiamo in tutte le nostre risoluzioni", ha sottolineato Sassoli.

"Chiedo dunque - ha continuato il presidente del Parlamento europeo - che venga immediatamente rilasciato e restituito all'affetto dei suoi cari e ai suoi studi. Ne ho parlato anche con l'Alto Rappresentante Josep Borrell, che mi ha assicurato - ha concluso Sassoli - che solleverà la questione durante il Consiglio Ue di lunedì prossimo", con i ministri degli Esteri dei Ventisette a Bruxelles.