Sassoli: nazionalismo e antisemitismo pericoli Ue se si chiude -2-

Ska

Roma, 11 nov. (askanews) - Dopo l'approfondimento sull'esortazione apostolica Gaudete et exsultate sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo, portata avanti per tutto lo scorso anno pastorale, la diocesi di Roma propone, per il 2019-2020, un itinerario di riflessione sull'enciclica Laudato si': sette incontri, un lunedì al mese a partire dall'11 novembre, nella basilica di San Giovanni in Laterano, con inizio alle ore 19, per ragionare su temi quali degrado ambientale, ecologia integrale, biodiversità, stili di vita.

"Insieme per la nostra casa comune" è il titolo dell'iniziativa, che vede la partecipazione del cardinale vicario Angelo De Donatis affiancato, di volta in volta, da rappresentanti delle istituzioni, dell'economia, dell'associazionismo, della comunicazione, della cultura. Dopo il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, che ha aperto la serie di incontri questa sera, ci saranno il climatologo e meteorologo Luca Mercalli (9 dicembre), volto noto del piccolo schermo grazie alla sua partecipazione a "Che tempo che fa"; l'architetto di fama mondiale, ideatore del Bosco Verticale, Stefano Boeri (13 gennaio 2020), l'economista e presidente di Next Leonardo Becchetti (10 febbraio). Ancora, interverranno Licia Colò, autrice e conduttrice televisiva, tra i primi a parlare di natura in televisione, e l'esploratore e motivatore Alex Bellini (9 marzo 2020), impegnato nel progetto di sensibilizzazione "10 rivers 1 ocean", che lo vede percorrere i dieci fiumi più inquinati del pianeta su zattere realizzate con materiali di recupero. Ci saranno le voci dell'associazionismo, con i presidenti di Wwf Italia e di Legambiente Donatella Bianchi e Stefano Ciafani (11 maggio 2020). Spazio anche ai giovani, che concluderanno il ciclo l'8 giugno dell'anno prossimo: la green influencer Federica Gasbarro, unica italiana ad essere stata scelta per presenziare allo Youth Summit Onu dello scorso settembre; e Ruggero Rollini, chimico, youtuber e "comunicatore della scienza", come ama definirsi.