Sassoli: nazismo e razzismo non sono opinioni, sono crimini -2

Loc

Bruxelles, 29 gen. (askanews) - "Siamo qui oggi a ricordare che 75 anni fa si aprirono i cancelli di uno dei luoghi che la memoria degli europei non potrà mai dimenticare", quando "l'esercito sovietico arrivò ad Auschwitz-Birkenau e i cancelli si spalancarono sull'abisso", su "una fabbrica della morte che, con maniacale puntualità e sistematico sterminio, provocò oltre un milione e mezzo di morti, causando sofferenze e dolori indicibili", ha detto Sassoli.

"Aprire quei cancelli - ha continuato il presidente del Parlamento europeo -, come tutti gli altri cancelli che si aprirono via via in tutti i campi di sterminio nazisti, ha mostrato alle generazioni future dove può arrivare l'uomo che perde la propria umanità. Ma non solo: cosa significhi costruire un nemico per dimostrare di poterlo annientare; cosa può produrre l'odio al servizio di una volontà di potenza incontrollata; fin dove il sadismo possa inquinare le nostre società; dove può portare l'istinto, liberato dalla coscienza, nell'esaltare la soddisfazione di sentirsi proprietari della vita".(Segue)