Sassoli "Non perdere l'occasione di rimodellare l'Europa"

Redazione



BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) - "La proposta della Commissione è un'ottima base di partenza e non si può tornare indietro: l'indicazione del Parlamento, in questo senso, è ben chiara e e ci auguriamo che il Consiglio la apprezzi" queste le parole di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, a margine del suo intervento al Consiglio europeo di fronte a tutti i capi di governo e premier dell'Unione europea. "Vogliamo un piano di ripesa e un Qfp (quadro finanziario pluriennale) che siano la benzina del motore che deve ripartire e che rispettino le nostre ambizioni - ha spiegato il presidente del Parlamento europeo -. Abbiamo un sentimento diffuso in Parlamento, ovvero che il Recovery fund deve aiutare tutti i Paesi a rimettersi in moto, nessuno escluso. Per questo, intervenire solo con prestiti avrebbe conseguenze asimmetriche sul debito dei singoli Stati membri e sarebbe più costoso per l'Unione nel suo insieme".

"Il Parlamento europeo non intende rinunciare alle proprie prerogative come autorità di bilancio - ha poi sottolineato Sassoli -. Abbiamo ora l'opportunità di rimodellare l'Europa e di renderla più equa, più digitale, più verde e più lungimirante". Su come fare, il presidente del Parlamento europeo ha indicato la via: "A tal fine dobbiamo cogliere al volo questa occasione per introdurre un paniere di nuove risorse proprie. È necessario riformare il versante delle entrate di bilancio e, per il Parlamento, l'introduzione di nuove risorse proprie è un prerequisito indispensabile per qualsiasi accordo globale sul Quadro finanziario pluriennale 2021-27".

(ITALPRESS).

alp/sat/red