sassoli: spero che redistribuzione migranti diventi strutturale

Ska

Roma, 9 ott. (askanews) - "L'accordo della Valletta, che prevede una redistribuzione anche in altri Paesi volontari, è un primo passo. Mi auguro che altri Stati si aggreghino e che il meccanismo di redistribuzione dei migranti, da volontario, diventi strutturale". Lo afferma in una intervista a Famiglia cristiana il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. "Finalmente potremo dire che chi arriva in Italia, in Grecia o a Malta arriva in Europa. E' ciò di cui abbiamo bisogno, perché, se le politiche sull'immigrazione restano nazionali, l'Ue non avrà mai gli strumenti per affrontare un fenomeno così complesso e importante".