Sassonia Anhalt, Cdu di Merkel batte Afd e tira sospiro sollievo

·1 minuto per la lettura
featured 1370843
featured 1370843

Roma, 7 giu. (askanews) – L’Unione cristiano democratica (Cdu) di Angela Merkel tira un sospiro di sollievo dopo avere battuto l’estrema destra Afd (Alternativa per la Germania) alle elezioni regionali che si sono svolte il 6 giugno in Sassonia Anhalt, ultimo grande banco di prova per i partiti politici tedeschi prima del voto

federale in programma a settembre, con il quale si porrà fine ai 16 anni di governo della cancelliera.

Merito, secondo gli analisti, anche del governatore cristiano-democratico Reiner Haselhoff, 67 anni, che potrà continuare a guidare il Land e che regala una straordinaria spinta propulsiva al candidato ufficiale della Cdu, Armin Laschet, 60 anni, a tre mesi e mezzo dalle elezioni nazionali: secondo i dati definitivi il partito ha infatti riportato il 37,1%, guadagnando 7,3 punti percentuali e 40 delle 41 circoscrizioni, scrive la Bild.

“La Cdu ha un chiaro mandato di governo”, ha commentato il segretario della Cdu, il 35enne Paul Ziemiak.

“È la vittoria più grande per la Cdu alle elezioni regionali dalla vittoria in Nordreno Westfalia nel 2017. La Cdu ha vinto le elezioni”, ha aggiunto.

L’estrema destra Afd resta comunque la seconda forza politica del Land orientale tedesco con il 20,8% delle preferenze, ma segnando un meno 3,5% dalle precedenti elezioni.

La Linke, l’estrema sinistra, ottiene l’11%, con una perdita di ben 5,3 punti percentuali, i Verdi ottengono il 5,9% (più 0,7) e la Spd con l’8,4% (meno 2,2) incassa uno dei risultati peggiori per il partito in Sassonia Anhalt; i liberali della Fdp arrivano al 6,4% (più 1,5) dopo 10 anni possono finalmente rientrare nel Parlamento regionale di Magdeburgo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli