Save the children: 3,7 mln bimbi rifugiati non possono studiare -2-

Dmo/Red

Roma, 17 dic. (askanews) - "Milioni di bambini e le loro famiglie sono costretti a fuggire dalle loro case e si ritrovano a vivere da rifugiati anche per molti anni. Se non viene garantita loro la possibilità di accedere a servizi educativi di qualità, rischiano di perdere le opportunità di apprendimento, con conseguenze devastanti per il loro futuro - ha dichiarato Inger Ashing, Direttore Generale di Save the Children International - Tutto questo è inaccettabile e i governi e tutti gli attori coinvolti hanno il dovere di mettere in campo azioni concrete per includere i bambini rifugiati nei sistemi educativi nazionali e investire le risorse necessarie affinché possano apprendere in modo efficace. I bambini rifugiati sono esposti a gravi rischi, come violenza fisica e sessuale, sfruttamento, tratta, lavoro forzato e tutto questo mette a repentaglio la loro salute mentale ed emotiva. Questo forum rappresenta un'importante opportunità per garantire ai bambini la protezione alla quale hanno diritto e dare seguito a quanto già previsto nel Global Compact sui rifugiati".(Segue)