Save the children: gravi danni per oltre 24 mln bambini zone guerra -2-

Dmo/Red

Roma, 11 set. (askanews) - Il rapporto riporta le evidenze di una ricerca condotta dall'Organizzazione in alcuni paesi colpiti da conflitti, e attesta che i bambini hanno riferito di essere esposti a gravi violazioni[2], dal lavoro minorile, alla violenza di genere (compresa la violenza sessuale).

"Ragazzi e ragazze in conflitto vedono morire i loro familiari e i loro amici. Assistono al bombardamento delle proprie case o scuole. Vengono negati loro i bisogni primari e possono essere separati dagli adulti che si prendono cura di loro. Se si verificano problemi di salute mentale e angoscia, questa è una reazione completamente normale a circostanze estreme e anormali per loro" afferma Filippo Ungaro, Direttore della Comunicazione di Save the Children. "Questa guerra sui bambini deve finire. Chiediamo agli Stati che si incontrano presso l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite e a tutte le parti in conflitto di sostenere e far rispettare le norme e gli standard internazionali istituiti per impedire che siano i bambini a pagare il prezzo più alto; e di impegnarsi ad aumentare i finanziamenti in modo che i bambini in conflitto possano risollevarsi" conclude Ungaro.(Segue)