Save the Children, Grecia: 5mila minori non accompagnati a rischio -5-

red/Mgi

Roma, 12 mar. (askanews) - "Siamo fortemente preoccupati per il trattamento riservato ai migranti e ai rifugiati dall'Ue e dalla Grecia. Le notizie di persone - compresi bambini - che vengono rinchiuse ed espulse senza un giusto processo, di violenti respingimenti ai confini e l'uso costante di un linguaggio di tipo militare, mostrano un'Unione Europea che ha abbandonato il suo ruolo di portabandiera globale dei diritti umani. Il diritto all'asilo è un diritto fondamentale, previsto sia dalla Convenzione di Ginevra che dai trattati istitutivi dell'Ue.

Il modo in cui l'Europa tratta migranti e rifugiati ha ripercussioni sul modo in cui vengono trattati altrove. Ci auguriamo quindi che la visita e le osservazioni della Commissaria Johansson in Grecia rappresentino l'inizio di una cooperazione più umana che metta al primo posto la protezione delle persone", ha concluso Anita Bay.