Savoia: principe Giovannelli Marconi, 'era un gran signore e un uomo di mare'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 1 giu. (Adnkronos) – Il principe Amedeo d'Aosta "era sempre molto affettuoso, un gran signore e un uomo di mare. Era un poliglotta, aveva contatti con varie famiglie reali d'Europa, non è mai stato saccente ma solare e dialogante, ed era appassionato di storia". Il principe Guglielmo Giovanelli Marconi, nipote del Premio Nobel della Fisica nel 1909 e discendente dalla famiglia Alighieri, ricorda così con l'Adnkronos la scomparsa del principe Amedeo, duca di Savoia e duca d’Aosta, morto all'età di 77 anni.

"Ci conoscevamo da sempre – spiega Giovannelli Marconi – partecipò al matrimonio dei miei genitori nel 1966 in rappresentanza della famiglia reale dei Savoia che non poté partecipare perché in esilio. Con mia madre, velista, era accomunato dalla grande passione per il mare. E' stato un grande uomo di mare e di marina".

Il principe Giovannelli Marconi ha molti ricordi legati al duca d'Aosta: "L'ultima volta che ci siamo visti è stata sei anni fa a 'Porta a Porta' per una puntata dedicata ai Romanov – conclude -. Sono sempre rimasto in contatto con la sua famiglia. Suo figlio Aimone l'ho rivisto a Roma nel 2019, mentre a Venezia avevo sempre occasione di vedere la figlia Bianca Arrivabene e a Forte dei Marmi, dove vado in vacanza con mia madre, l'altra sua figlia, Mafalda".