Sbranata viva dai suoi due cani, i vicini: “Sembravano docili”

sbranata viva dai suoi cani

Una donna inglese di 44 anni è stata attaccata e poi sbranata viva dai suoi due cani di razza “tipo bulldog americano”, che si sono aizzati contro di lei mentre litigava con una delle sue tre figlie, tra cui due gemelle. La tragedia è avvenuta martedì 24 settembre 2019 a Widnes, nel Cheshire (Inghilterra).

“I cani sbranano la mamma”

“Eravamo qui a prendere il tè ed improvvisamente la figlia della signora Elayne Stanley, Louise, è arrivata chiedendo aiuto ed urlando ‘i cani stanno attaccando la mamma’“, racconta al Sun la vicina di casa della vittima. La donna è quindi corsa nella casa affianco ma Elayne era dietro la porta chiusa del soggiorno, e poteva solo sentire le sue grida disperate e di dolore ed un cane che ringhiava.

Per tentare di allontanare i due cani, una femmina di nome Billy e un maschio di nome DJ, i vicini di casa della vittima hanno lanciato dalla finestra e da una porta laterale oggetti vari tra cui mattoni, fino a quando non sono riusciti a rinchiuderli nel loro box posto in giardino.

A quel punto i paramedici, precedentemente allertati, hanno tentato il tutto per tutto per salvare la vita di Elayne Stanley ma ormai per la mamma 44enne non c’era più nulla da fare. I morsi e le ferite inferte dai suoi cani erano troppo gravi.

Un cane ucciso

Quando sono intervenute le forze dell’ordine, il cane DJ era ancora furioso tanto che ha tentato di attaccare per due o tre volte gli agenti i quali, alla fine, sono stai costretti ad abbatterlo. I poliziotti sono invece riusciti a tranquillizzare la femmina, che è stata presa in carico dalle autorità predisposte.

I cani abitavano con Elayne Stanley ed il resto della famiglia da circa tre anni, anche se appartenevano al compagno della vittima. Fino allo scatto di rabbia, i due animali sono sempre stati tranquilli e socievoli tanto che la vicina di casa ricorda come abbia anche permesso alle sue figlie di addormentarsi su di loro come se fossero dei cuscini.