A Scafati un uomo è stato arrestato, tre le accuse che al momento gli vengono attribuite

·1 minuto per la lettura
Arresto a Scafati
Arresto a Scafati

Grazie ad un attento e meticoloso lavoro d’indagine, i Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli sono riusciti a trovare le prove necessarie per poter arrestare e successivamente incarcerare un uomo di Scafati, il soggetto in questione è accusato di pedopornografia, revenge porn e infine estorsione.

Scafati: uomo arrestato per pedopornografia, revenge porn ed estorsione

Un’indagine condotta dai Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli ha permesso di far luce sui reati commessi da un uomo di Scafati, che nella giornata di venerdì 19 novembre 2021 è stato arrestato con la triplice accusa di pedopornografia, revenge porn ed estorsione.

Arrestato a Scafati per pedopornografia, revenge porn ed estorsione: ecco come operava

Stando a quanto emerso dalle prime indiscrezioni trapelate in merito alla vicenda dell’arresto di un uomo a Scafati, sembra che i Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli, analizzando diversi materiali informatici, siano riusciti a trovare alcuni indizi, tali da far ritenere che l’uomo sfruttando i social networks, sia riuscito a stringere rapporti di comunicazione con donne fragili e bambine, per poi forzarle a inviargli foto e video dal contenuto pornografico, ma non solo pare che l’uomo abbia anche minacciato le sue vittime, chiedendo ingenti somme di denaro per non diffondere il materiale in questione.

Arresto a Scafati per pedopornografia, revenge porn ed estorsione: tre accuse a suo carico

L’uomo che è stato arrestato nella giornata di venerdì 19 novembre 2021 dovrà adesso rispondere delle tre gravi accuse che pendono a suo carico, come stabilito in esecuzione ad un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli