Scalfarotto: nuovo inizio non solo per Università ma anche per Foggia

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 ott. (askanews) - "Sono felice e onorato di aver partecipato all'apertura del nuovo anno accademico dell'Università di Foggia, svoltasi alla presenza del Presidente Mattarella. Un nuovo inizio, non solo per la comunità accademica, ma anche per il territorio. A Foggia, l'avvio del nuovo anno Accademico può e deve rappresentare un punto di svolta per questo Comune, oggetto di un provvedimento di scioglimento per infiltrazioni mafiose: una svolta verso la ripresa del civismo, della legalità e della democrazia". Cosi il sottosegretario Ivan Scalfarotto in occasione dell'inaugurazione del nuovo anno accademico presso l'università di Foggia.

"Sono certo che il mondo universitario cercherà di intensificare ulteriormente il confronto con la realtà che lo circonda. L'Università è storicamente un simbolo di cultura e progresso per qualsiasi Città e l'ateneo foggiano - come ha ben spiegato il magnifico Rettore Professor Limone - ha tutti i numeri e le caratteristiche per rappresentare una forza di cambiamento per la comunità che la ospita. In questa fase storica, Foggia ha bisogno più che mai della qualità e dell'energia positiva di cui si colora l'università. Siamo, dunque, chiamati a ricostruire uno spazio di legalità e democrazia per una terra piena di operosità, di buone volontà e di ingegno. Non c'è luogo migliore dell'università per avviare questo nuovo ciclo di legalità e progresso per Foggia".

"I numerosi talenti foggiani devono tornare a diventare protagonisti per il riscatto di questa città a cui sono legato da un affetto antico e profondo. Alla società civile spetta il compito di sostituire la cattiva politica con quella buona, quella del progresso, della solidarietà, delle opportunità", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli