Scali ferroviari Milano, ok a Masterplan Farini e San Cristoforo

Mda

Milano, 25 lug. (askanews) - Via libera al Masterplan per la rigenerazione di Farini e San Cristoforo. A due anni esatti dall'approvazione dell'Accordo di Programma per la riqualificazione degli scali ferroviari, il relativo Collegio di Vigilanza ha preso atto del progetto "Agenti Climatici" di Oma e Laboratorio Permanente, vincitore del concorso internazionale indetto da FS Sistemi Urbani e Coima Sgr in collaborazione con il Comune di Milano. Il Masterplan che si propone di delineare le linee guida del futuro sviluppo dell'area è stato rivisto anche alla luce della fase di Consultazione Pubblica che nei mesi scorsi ha visto la partecipazione di un migliaio tra cittadini, rappresentanti di associazioni e Municipi agli incontri pubblici con i progettisti e la compilazione di quasi 900 questionari sul sito www.scalimilano.vision

Recepite le principali richieste della città relative alla maggior compattezza del verde e alla viabilità all'interno dello Scalo Farini. Le passerelle ciclopedonali pensate per collegare le aree riservate all'Accademia di Brera alla metropolitana M5 Monumentale (il cosiddetto "Ponte delle Arti") e Dergano/Bovisa ai quartieri Sarpi/Porta Volta ("Ponte Nuovo") in corrispondenza della Civica Scuola di Musica, come richiesto dai cittadini, saranno concepiti come connessioni verdi in continuità con il grande parco lineare lungo la ferrovia. Obiettivo che verrà rafforzato anche da una maggior continuità tra il grande sistema del parco lineare e il verde diffuso e accessibile del sistema di spazi pubblici fra gli isolati che costituiranno il nuovo quartiere. È prevista inoltre la realizzazione di una nuova "piazza Delle Arti" in prossimità dell'Accademia di Brera che metterà in evidenza la centralità dell'Università, pronta a trasferire parte delle sue funzioni già da fine 2020, nello sviluppo del quartiere. Anche il Parco di Villa Simonetta sarà ampliato e messo in connessione con il grande parco lineare, come richiesto dalla cittadinanza.

Per quanto riguarda la viabilità si prevede di realizzare una nuova uscita a sud della fermata Lancetti del passante e una nuova linea di tram che colleghi il quartiere tra Bovisa e Porta Nuova. È stata inoltre recepita la richiesta di un nuovo collegamento carrabile tra via Lancetti e piazzale Lugano lungo il confine sud di Derganino, che si potrà collegare con via Bovisasca, mentre si introduce la possibilità di un nuovo attraversamento tra via Valtellina e via Caracciolo. Grazie ai nuovi ponti verdi e alla fitta rete ciclopedonale tutti i punti dello scalo Farini saranno raggiungibili dalle stazioni di Cenisio e Lancetti entro 10 minuti a piedi e 5 in bicicletta.

A San Cristoforo il Masterplan approvato introduce invece l'ampliamento della nuova piazza sull'Alzaia del Naviglio per migliorare il collegamento con la futura passerella ciclopedonale tra i quartieri Lorenteggio e Ronchetto sul Naviglio e l'uscita della fermata della M4. Si prevede inoltre l'introduzione di una nuova passerella ciclopedonale in corrispondenza della Parrocchia del Santo Curato d'Ars, che consentirà di dare continuità al futuro parco lineare lungo il Naviglio Grande.

(segue)