Scali ferroviari Milano, ok a Masterplan Farini e San...-2

Mda

Milano, 25 lug. (askanews) - "A due anni dall'Accordo di Programma siamo pronti ad aprire la fase attuativa che porterà un nuovo quartiere verde a Farini e un'oasi naturalistica a San Cristoforo - ha dichiarato l'assessore all'Urbanistica e Verde Pierfrancesco Maran -. L'obiettivo è veder partire lo sviluppo dei due scali, insieme a Porta Romana e Greco per cui esistono già dei piani concreti, entro il 2021. Nel frattempo procede l'iter per la circle line, infrastruttura di mobilità fondamentale su scala metropolitana che renderà più accessibili non solo gli scali ma interi quartieri della città".

"A Milano siamo arrivati alla sottoscrizione dell'Accordo di Programma due anni fa - ha dichiarato Carlo De Vito Presidente di FS Sistemi Urbani - e stiamo iniziando a vedere importanti risultati: l'aggiudicazione dello scalo Greco-Breda al fondo immobiliare Lombardia attraverso il concorso Reinventing Cities, la presa d'atto del Masterplan dello scalo Farini dopo diversi mesi di consultazione pubblica che sarà sede dell'Accademia di Brera e il futuro sviluppo del villaggio olimpico nell'area dello scalo di Porta Romana in occasione delle Olimpiadi Invernali 2026. Stiamo contribuendo a realizzare la Milano di domani attraverso la riqualificazione di oltre un milione di metri quadrati di territorio all'interno della Città di Milano."

"Ci impegniamo a dare il nostro contributo in questa ricomposizione urbana insieme al Comune di Milano anche attraverso i progetti di rigenerazione urbana dell'estensione del quartiere di Porta Nuova e del masterplan dell'area di Valtellina-Farini che se collegati rappresenteranno un progetto innovativo per Milano unico al mondo", ha dichiarato Manfredi Catella, Fondatore e Ceo di Coima Sgr.

Il progetto "Agenti Climatici" si inserisce nella strategia del Comune di Milano per l'adattamento ai cambiamenti climatici attraverso la realizzazione di due nuovi dispositivi ambientali in grado di ridurre l'inquinamento derivante dall'insediamento urbano. Il primo, verde, nello scalo Farini, dove la nascita di un grande bosco lineare sarà in grado di raffreddare i venti caldi provenienti da sud-ovest. Il secondo, blu, a San Cristoforo per la depurazione delle acque. Il Masterplan è inoltre concepito nel segno della continuità tra quartieri e punta a ristabilire rapporti tra aree della città che storicamente sono sempre state separate.

Per quanto riguarda Farini il 65% della superficie sarà destinato verde e spazi pubblici, con la nascita di un grande parco in connessione con Porta Nuova e la Bovisa, fino a Mind.

Il nuovo dispositivo ecologico del Parco Farini si compone di una fascia di alberi di grandi dimensioni piantati lungo tutto il versante sud-ovest dell'area su entrambi i lati della ferrovia, che ridurranno l'isola di calore generata dalla città e filtreranno l'inquinamento trasportato dal vento che in estate a Milano soffia da sud-ovest. Il progetto prevede inoltre il recupero e riutilizzo delle strutture preesistenti da destinare a servizi pubblici e all'Accademia di Brera, la nascita di un sistema di nuove piazze con spazi per bambini, il mercato e lo sport. (segue)