Scamarcio: “Pnrr vada alle Pmi, modello europeo ci penalizza”

featured 1615560
featured 1615560

Roma, 31 mag. (askanews) – “Io vengo dalla Puglia, ma in ogni regione italiana ci sono delle realtà pazzesche. C’è la stazione meteorologica del ragnetto mandato su Marte, lo ha fatto un’azienda di Mola di Bari. Abbiamo delle specificità pazzesche in questo Paese e bisogna valorizzarle. Questo progetto spero vada avanti e che queste risorse vadano a sostegno delle persone e delle piccole imprese italiane. È chiaro che il modello economico che è stato introdotto in Europa, in cui il grande è bello, il grande è meglio, il forte. Invece no, il nostro tessuto industriale è fatto di piccole e medie imprese, purtroppo il modello economico europeo ci penalizza”: così Riccardo Scamarcio, attore, ma anche produttore di olio e vino di cui non rivela il nome nella sua Puglia , nel corso del quinto Innovation Summit di Deloitte al Teatro Argentina a Roma, dove lunedì 30 maggio è stato presentato in anteprima il cortometraggio diretto da Michele Placido “Presto sarà domani”, che lo vede protagonista assieme a Carolina Crescentini per raccontare l’Italia del post-Pnrr nel 2026.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli