Scambiano Snoop Dogg per un migrante sbarcato a Lampedusa: "Tornatene a casa a lavorare"

Silvia Renda
·1 minuto per la lettura
Scambiano Snoop Dogg per un migrante sbarcato a Lampedusa: "Tornatene a casa a lavorare"

“Torna al tuo paese”, “Vai a lavorare”: bersaglio degli insulti social è il rapper americano Snoop Dogg, finito suo malgrado al centro delle ire di utenti italiani, cascati nella burla di una pagina Facebook.

Il profilo “Romani per Salvini” - pagina satirica che finge sostegno al leader leghista - ha postato una foto del celebre rapper, accompagnata da un virgolettato: “Non ho soldi per comprare da mangiare per colpa di Salvini”. “Cosa gli rispondiamo?”, chiedeva il post ironico ai suoi follower.

In molti hanno riconosciuto Snoop Dogg, ma qualcuno è rimasto beffato. E alla domanda ha risposto seriamente. “Mio padre, quando andavo a scuola nelle vacanze, invece di giocare con i miei amici, mi diceva vieni ad imparare come si lavora, e avevo solo 12 anni”, si legge in uno dei tanti commenti di attacco al rapper.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.