Scanavino (Cia) incontra vicepresidente Commissione Ue Timmermans -2-

Red/Apa

Roma, 14 feb. (askanews) - "Ci viene chiesto di mantenere gli stessi livelli di produzione, con una riduzione del 50% di pesticidi e fertilizzanti. E' necessario quindi -ha spiegato il presidente di Cia- mettere in campo azioni adeguate al superamento delle barriera legislativa sulle nuove tecniche di costituzione e offrire soluzioni alternative agli agricoltori anche in risposta al fenomeno dei cambiamenti climatici".

"La produzione sempre più sostenibile e sicura dell'agricoltura europea -ha dichiarato Scanavino nell'incontro con il vicepresidente della Commissione Ue Timmermans- dovrà essere spiegata sempre di più ai consumatori. Chiediamo all'Europa una spinta decisiva nel definire un'etichettatura nutrizionale europea semplice e non semplicistica. Inoltre -ha concluso il presidente nazionale di Cia- è necessario andare in aiuto degli agricoltori nella salvaguardia della biodiversità anche intervenendo sull'annosa questione dei danni da fauna selvatica".

Tra i temi affrontati negli appuntamenti di Cia-Agricoltori Italiani a Bruxelles anche il commercio internazionale, la questione relativa alle importazioni di riso da Paesi Terzi e la necessaria attenzione alle fitopatie che stanno continuando a creare gravi problemi alla produzione italiana.