Scandalo nella ginnastica ritmica, la rivelazione shock: "Pensavo al suicidio"

Scandalo nella ginnastica ritmica, la rivelazione shock:
Scandalo nella ginnastica ritmica, la rivelazione shock: "Pensavo al suicidio" (Foto Instagram)

Un lungo sfogo smuove il mondo della ginnastica ritmica, travolto dallo scandalo. Sull'accaduto è intervenuto anche il nuovo ministro dello Sport, Andrea Abodi. Ecco cos'è successo.

VIDEO - Chi è Andrea Abodi

Anna Basta, nel giro azzurro dal 2016 al 2020 prima del ritiro per motivi personali, ha raccontato le fatiche affrontate nella sua carriera. Ha confidato di aver pensato persino al suicidio, perché schiacciata da pressioni e umiliazioni. "Una volta non ho agito perché è entrata una persona in stanza e mi sono scossa. La seconda ero in mezzo alla gente", ha rivelato. Come confessato anche dall'ex compagna Nina Corradini, immortalate l'una con l'altra nell'ultimo post pubblicato su Instagram, le difficoltà maggiori sono state causate dall'ossessione per il peso e dalla necessità di non ingrassare.

LEGGI ANCHE: Ginnastica e denunce atlete, ministro Abodi incontra Malagò e Tecchi

Nei messaggi scambiati con la mamma su Whatsapp, nel 2019, è evidente il profondo sconforto provato dalla giovane atleta. "Ho sognato la bilancia, un incubo", ma anche: "So che in due giorni posso tornare al peso di prima, ma non devo toccare cibo. Significa che appena un giorno mangio una fetta di carne in più è la fine".

La Corradini, come riportato da Sport Mediaset, ha confessato di aver fatto ricorso ai lassativi per cercare di dimagrire. Anche la Basta, vittima troppo spesso di attacchi di panico, si è imbattuta in soluzioni pericolose. "Io prendevo le Dieci Erbe, delle pastiglie che aiutano ad andare in bagno. Il problema è che le ho usate in modo improprio", ha svelato.

L'ex Farfalla azzurra ha superato il trauma e ha voltato pagina, dando inizio a un nuovo capitolo della sua vita. Ora è impegnata in prima persona per aiutare le ragazze più giovani a non commettere i suoi stessi errori: "Appena ho cominciato a parlare ho incrinato molti rapporti, ci sono state reazioni brutte. Però io vado avanti, lo faccio per le bambine". Quindi ha aggiunto: "Con una nutrizionista pubblichiamo post sui disturbi alimentari. Ne hanno bisogno molti adolescenti, non solo del mondo della ritmica: i social ti inducono al perfezionismo".

Sulla vicenda è pronto a intervenire Andrea Abodi, ministro dello Sport e dei Giovani. Così, nella mattinata di mercoledì 2 novembre, Abodi incontrerà nella sede del ministero il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e quello della Federginnastica, Gherardo Tecchi, per fare chiarezza sulle denunce presentate da alcune ginnaste.