Scandalo Stade de France: immagini della videosorveglianza distrutte

Dodici giorni dopo gli incidenti allo Stade de France, lo scandalo è lungi dal placarsi.

Le immagini dei disordini sono state ampiamente diffuse sui social ma gli investigatori non potranno fare affidamento sulla videosorveglianza. Queste immagini infatti sembrano non esser state conservate.

Giovedì, durante le audizioni davanti alle commissioni del Senato, c'è stata una rivelazione shock da parte del funzionario della Federcalcio francese. .

"Non è possibile utilizzare queste immagini per altri scopi", ha dichiarato , "vengono sistematicamente distrutte dopo sette giorni, a meno che non venga specificamente ordinato dai tribunali".

I senatori si sono detti "estremamente scioccati". "Se si scoprisse che non sono state effettivamente conservate, sarebbe un problema serio", ha dichiarato il presidente della commissione giuridica, François Noël Buffet, che ha co-presieduto l'audizione.

Sconvolto anche il sindaco di Liverpool. Steve Rotheram è stato ascoltato in videoconferenza. Presente allo Stade de France la sera della partita, ha contestato duramente le autorità francesi e in particolare il Ministro degli Interni.

"Penso che il signor Darmanin abbia cercato di fuorviare non solo l'opinione pubblica francese, ma anche i media di tutto il mondo. Nel mio Paese, so che ai politici a volte piace vedere la realtà a modo loro. Ma questo non giustifica in alcun modo le autorità francesi che hanno condotto una campagna per incolpare qualcun altro e trovare un capro espiatorio."

Sotto l'esame dei senatori, il prefetto di Parigi Didier Lallement ha riconosciuto "il fallimento" e si è assunto ogni "responsabilità". Ha dichiarato di essere "molto preoccupato" per le polemiche sul numero di tifosi senza biglietto, ma ha mantenuto la sua versione dei fatti, con qualche riserva.

"Forse mi sono sbagliato nella cifra di 30.000-40.000 che ho comunicato al ministro (...) ma non ho mai sostenuto che questa cifra fosse esatta, mi è sembrato tuttavia che riflettesse perfettamente quella che era la situazione".

Il prefetto di polizia ha dichiarato che "incoraggerà" i tifosi vittime di reati a sporgere denuncia presso la giustizia francese. Le autorità francesi non hanno ancora fornito dati sul numero di segnalazioni ricevute.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli