Scanzi vaccinato, bufera social: oltre 20mila tweet e #Scanzi vola

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Mi sono vaccinato in maniera legale, autorizzata, alla luce del sole. Larga parte degli italiani dovrebbe ringraziarmi". La vaccinazione di Andrea Scanzi scatena un putiferio sui social. Il giornalista, vaccinato come 'panchinaro' ad Arezzo, ha spiegato su Facebook l'iter che lo ha portato a ricevere una dose di AstraZeneca. La vicenda è diventata argomento di discussione in particolare su Twitter: oltre 20mila cinguettii nell'arco di una giornata e l'hashtag #Scanzi tra le tendenze principali, grazie soprattutto a messaggi critici e ironici nei confronti del giornalista. Il sottosegretario Pierpaolo Sileri twitta che "Scanzi ha dato il buon esempio" ma non sembra riscuotere troppi consensi. "Il buon esempio? La sua dose in quella Regione doveva andare ad un anziano visto che la Toscana è ultima nella copertura dei più fragili. Il buon esempio non c'entra nulla", scrive Gaia Tortora replicando direttamente a Sileri. Non si contano i tweet che sollecitano ironici ringraziamenti al giornalista: "Ripetete con me: grazie Scanzi, grazie Scanzi...", scrivono in tanti. Molti, al di là di battute e meme, accendono i riflettori sul quadro più ampio: "Il piano vaccinale mette in evidenza le solite iniquità: vaccinati prof universitari in dad, giornalisti che hanno accesso a liste segrete. Nel frattempo over 80 dimenticati", scrive un utente.