Scarcerazioni, dirigente Dap: io prima mai firmato una circolare

·1 minuto per la lettura

Roma, 3 giu. (askanews) - "Io prima non avevo mai firmato una circolare. Per me questa era una nota, poi ho letto sui giornali che era una circolare". Lo ha detto, nel corso dell'audizione libera in Commissione parlamentare Antimafia, Assunta Borzacchiello, direttore del Cerimoniale e relazioni esterne dell'Ufficio del Capo del Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria. "Per me - ha sostenuto - era una nota interna, non si davano disposizioni, ma si richiamava l'attenzione sui detenuti eventualmente affetti da patologie. L'ho firmata su disposizione del Dg Romano che era assente per motivi sanitari, era in isolamento fiduciario, e mi parve anche una cortesia vista la situazione. L'estensore, per me, era il direttore del dipartimento dei detenuti, non mi sono posta il problema di cosa poteva accadere con la mia firma". In servizio dal 1987 prima come educatrice penitenziaria e poi, a seguito di concorsi, divenuta dirigente del ministero nel 2008, rispondendo a chi gli faceva notare la singolarità della firma a lei delegata, di sabato, Borzacchiello ha detto "è la prima volta che ci siamo trovati in una pandemia. Se altri colleghi hanno firmato circolari non lo so". "Con Romano - ha poi detto - non ho parlato nei giorni successivi alla firma, perché io sono in smart working. L'ho visto, però, qualche giorno fa e mi ha detto: 'io ero in isolamento e in una situazione di grande criticità rispetto alla situazione delle carceri ho ritenuto di farla'". "È capitato in passato che, sostituendosi ai difensori, il dipartimento inviti i direttori ad informare l'autorità giudiziaria sulle condizioni di salute dei detenuti?" ha chiesto il deputato Luca Paolini. "Non lavoro alla direzione generale dei detenuti e non ho elementi per potere dare una risposta" ha risposto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli