Scaricato da un auto in fin di vita: morto in strada a Ferrara

polizia

Era in fin di vita ed è stato scaricato in strada. Il cadavere di un uomo, dai tratti europei e di età apparente di 45-50 anni, è stato trovato nella tarda serata di sabato 12 ottobre in Corso Primo Maggio a Ferrara. Secondo un testimone l’uomo era in auto con un’altra persona che inizialmente avrebbe cercato di soccorrerlo. La Polizia sta indagando per comprendere meglio le cause della morte. La notizia è stata riportata dall’Ansa.

La morte dell’uomo

Stando a quanto ha raccontato un testimone che ha visto la scena ed ha avvertito la Polizia, sabato 12 ottobre a Ferrara la vittima ha avuto un improvviso malore e la persona che era in auto con lui ha cercato di soccorrerlo e rianimarlo. Quando si è accorto che non dava segni di vita, si è liberato del corpo. Ha deciso di lasciarlo in strada in corso Primo Maggio poco prima della mezzanotte e là ha perso la vita. Si tratta di un uomo dai tratti europei e dall’apparente età di 40/45 anni. Non è stato ancora identificato perché non aveva documenti con sé. La Polizia ha avviato le indagini sul caso. La persona che ha scaricato l’uomo morente in strada potrebbe pagare le conseguenze dell’omissione di soccorso. Il personale del 118 è arrivato appena possibile sul posto. Dopo aver cercato in tutti i modi di rianimare l’uomo a terra, non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Il medico legale è incaricato di stabilire le esatte cause del decesso. Secondo una prima ipotesi fatta in seguito all’osservazione del corpo, che non presenta segni di violenza, è da escludere l’omicidio.