##Scatta la rappresaglia dell'Iran, razzi contro basi Usa in Iraq -2-

Voz

Roma, 8 gen. (askanews) - L'attacco ha innescato repentine reazioni sui mercati: balzi in avanti di oro e petrolio, mentre contratti futures sull'azionario di Wall Street hanno virato su pesanti cali. Il barile di West Texas Intermediate segna un aumento di 2,75 dollari a quota 65,45 dollari, mentre l'oncia d'oro aumenta di oltre 36 dollari a quota 1.610 dollari. I future sull'indice Dow Jones calano dello 1,44 per cento. Tokyo segna un meno 2,61 per cento.

In precedenza il presidente Usa Donald Trump era tornato sul radid dei giorni scorsi, definendo Qasem Soleimani "un mostro", "un terrorista" che "stava preparando un duro attacco contro di noi": sopprimerlo "ha consentito di salvare molte vite", ha detto.

Il numero uno della Casa bianca ha ricevuto i giornalisti nello studio ovale, durante la visita del premier greco Kyriakos Mitsotakis, mentre persiste un clima di forte tensione e le forze statunitensi in Medio Oriente sono state messe in stato di massima allerta. "Era un mostro - ha detto Trump - e ora non è più un mostro: è morto. Stava preparando un attacco in grande contro di noi. Ne sentirete parlare e non penso che nessuno possa lamentarsi".

A modo suo, Trump ha invece ritirato la minaccia di colpire siti culturali iraniani. "Hanno il diritto di uccidere i nostri cittadini (...) e secondo varie leggi, dovremmo stare attenti al loro patrimonio culturale - si è sfogato - Ma se questa è la legge, a me piace obbedire alla legge".