Scattano i dazi Usa, in Italia colpiti formaggi e liquori

(Getty Images)

Scattano oggi i dazi voluta da Donald Trump contro il made in Europe. Per l'Italia si tratta di una batosta da quasi mezzo miliardo di euro, anche se il nostro Paese è stato risparmiato su molti prodotti di qualità, alcuni di quali col marchio Dop.

LEGGI ANCHE: Quali sono i prodotti italiani più esportati?

VIDEO - Scattano i dazi Usa sul made in Europe

Saranno colpiti tra gli altri prodotti i formaggi, a partire da pecorino e parmigiano, i liquori e gli amari. Dazi al 25% anche per i vini francesi, le olive greche, il whiskey scozzese. In tutto la stretta Usa sulle importazioni dal Vecchio Continente riguarda beni per un valore di 7,5 miliardi di dollari.

LEGGI ANCHE: Sono loro gli chef più apprezzati (e pagati) d'Italia

La nuova ondata di tariffe è legata al verdetto dell'Organizzazione mondiale del commercio che, dopo una battaglia legale durata anni, ha giudicato illegali alcuni aiuti pubblici erogati ad Airbus. Tra i beni colpiti da dazi al 10% ci sono infatti aerei commerciali e componenti di aerei. La cifra di 7,5 miliardi fissata dal Wto punta a compensare il danno subito dal sistema economico americano.

LEGGI ANCHE: Alimentare, boom di esportazioni dei prodotti italiani

Non si esclude a questo punto una rappresaglia da parte dell'Europa, in attesa di un nuovo verdetto della Wto, stavolta sugli aiuti illegali al colosso Usa Boeing.

VIDEO - Botta e risposta sui dazi tra Mattarella e Trump