Schiacciati da lastra di cemento, morti operaio e imprenditore

·1 minuto per la lettura

Schiacciati dalla lastra di cemento scivolata dal camion: sono morti così Sandro Pepellin, 70 anni, ex sindaco di Jovencan e titolare dell'impresa edile che stava costruendo un bed&breakfast di famiglia in località Barrala a Gressan, e l'operaio Velio Dal Dosso, 51 anni. L'infortunio nel pomeriggio di ieri. I due erano stati condotti in ospedale dal 118 in gravi condizioni, Pepellin è morto subito dopo l'arrivo in ospedale e Dal Dosso poche ore dopo. Il cantiere è stato posto sotto sequestro.

A nome di tutti i sindaci valdostani, il Consiglio d'Amministrazione del Consorzio degli enti locali valdostani-Celva e la struttura ha rivolto alla famiglia, agli amici e a tutta la Comunità di Jovençan "le più sentite condoglianze per la tragica scomparsa di Sandro Pepellin". “Quando si apprende di una tragedia nel mondo del lavoro rimaniamo tutti colpiti - ha commentato il presidente del Celva, Franco Manes - questa volta a lasciarci non è soltanto un lavoratore, un imprenditore, ma è soprattutto un uomo apprezzato e un Sindaco, perché sindaci si rimane per sempre. E Sandro lo è stato per più mandati nella sua amata Jovençan. Oltre ad aver rivestito anche la carica di Presidente della Comunità montana Mont-Emilius, ha ricoperto egregiamente il ruolo di Responsabile politico dell’area sociale all’interno del Celva. Amministratore lungimirante e competente, ha sempre lavorato in modo tangibile per la sua Comunità e per l’intero territorio valdostano”. Cordoglio anche del Presidente della Giunta Vda, Erik Lavevaz, e del Presidente del Consiglio Valle, Alberto Bertin.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli