##Schiaffo Usa a Isole Salomone dopo ritiro riconoscimento a Taiwan -4-

Mos

Roma, 18 set. (askanews) - Per Taiwan perdere un ulteriore alleato è un problema importante. Ormai solo un piccolo manipolo di paesi in America latina e nel Pacifico la riconosce come rappresentante dell'unica Cina.

Dopo l'elezione nel 2016 di Tsai Ing-wen, considerata vicina a posizioni indipendenti, a presidente, la Cina ha avviato una campagna per isolare politicamente Taiwan, perché vede nell'attuale leader di Taipei una minaccia alla nozione dell'"Unica Cina" così come la declina Pechino. A gennaio ci saranno nuove elezioni a Taiwan e, certamente, il rapporto con il Continente sarà centrale. Anche alla luce di quello che sta accadendo a Hong Kong, l'ex colonia britannica ora regione a statuto autonomo nella Cina, dove da mesi ci sono manifestazioni di piazza a tutela delle libertà di fronte a quella che, secondo i dimostranti, è una volontà cinese di limitarla, Tsai si presenta alle elezioni considerandole un punto di svolta nella lotta "per la libertà e la democrazia".(Segue)