Schianti sulla strada, due decessi in 30 ore nella comunità di Mapello

·2 minuto per la lettura
Morti
Morti

La comunità di Mapello si appresta a celebrare le festività natalizie avvolta da una coltre di tristezza in seguito ai decessi di due giovani compaesani, avvenuti a distanza di poco più di un giorno.

Mapello, incidenti stradali: due morti in 30 ore

Roberto Avagliato, 32 anni, è morto a Trento a causa di un incidente sull’autostrada A22 nel pomeriggio di giovedì 17 dicembre. Circa 30 ore dopo, anche Mattia Gandolfi, 20 anni, residente nella frazione di Mapello nominata Prezzate, ha perso la vita nella serata di venerdì 18 dicembre. Ne dà notizia L’Eco di Bergamo.

La salma del 32enne si trova attualmente presso la camera mortuaria del cimitero monumentale di Trento mentre la salma del 20enne è stata trasferita presso la camera mortuaria del cimitero di Bonate Sopra a Prezzate. Nella frazione di Mapello, infatti, è stata allestita la camera ardente. La celebrazione funebre verrà celebrata da dal parroco Luca Gattoni nella chiesa dedicata a Sant’Alessandro, nel pomeriggio di lunedì 21 dicembre.

La scomparsa di Mattia Gandolfi

Alle 21 circa di venerdì, Mattia Gandolfi stava percorrendo con la ragazza 17enne la strada provinciale SP 155 Capriate San Gervasio-Ponte San Pietro a bordo del suo KTM. In prossimità del civico 109 di Bonate Sopra, tuttavia, il mezzo è uscito fuori strada e il 20enne si è schiantato contro una siepe, provocando la morte sul colpo del ragazzo. La compagna, invece, si trova attualmente in ospedale ma le sue condizioni non sembrano essere gravi. Le dinamiche dell’incidente sono ancora in fase di accertamento. Mattia Gandolfi era figlio unico: la sua morte ha devastato i genitori, i parenti e gli amici.

La solidarietà del sindaco di Mapello alle famiglie

Le drammatiche vicende che hanno coinvolto Roberto Avagliato e Mattia Gandolfi sono state commentate da Alessandra Locatelli, sindaco di Mapello, che si è unita al cordoglio dei familiari e della comunità che rappresenta pronunciando le seguenti parole: «Ho appreso con profondo dolore della morte tragica di questi due miei giovani cittadini: Roberto e Mattia. Di fronte a simili tragedie non ci sono parole che possono portare un po’ di conforto alle loro famiglie. L’intera comunità li piange ed è cristianamente vicina alle famiglie in questo momento di immenso dolore».