Schirò: garantire a elettori a estero diritto voto su referendum -5-

·1 minuto per la lettura

Roma, 31 lug. (askanews) - Il taglio dei parlamentari inciderà in maniera particolaremente pesante sugli eletti all'estero, sottolinea la Schirò: " Per quanto riguarda l'estero, i 4 senatori e gli 8 deputati che resteranno in caso di vittoria dei 'Sì' finiranno con il trasformare la rappresentanza di circa 6 milioni di cittadini in un mero diritto di tribuna, soprattutto per le aree che saranno poco rappresentate". Conclude la Schirò: "Per me è stata una vera sofferenza distinguermi dal mio gruppo esprimendomi coerentemente contro la riforma in ognuno dei passaggi parlamentari. Anche se comprendo e apprezzo il tentativo di garantire con una nuova legge elettorale gli spazi delle minoranze, spero che tutti comprenderanno come il mio 'No' si giustifica ancora una volta con l'impegno di rispettare e difendere i diritti degli italiani all'estero".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli