Schneider Electric riafferma il suo impegno con fornitori e clienti, per contenere l’aumento della temperatura globale entro 1,5 °C

webinfo@adnkronos.com

Stezzano (BG), 12 dicembre 2019 - In occasione della conferenza COP25, Schneider Electric ha riaffermato l’ambizione di proporsi come modello da seguire nella lotta al cambiamento climatico, offrendo servizi e soluzioni che permettono ai suoi clienti di ridurre le emissioni di CO2 e decarbonizzando in modo sostanziale le proprie attività.  

Questa volontà si riflette negli impegni presi durante la Climate Week, come parte dell’iniziativa “Business Ambition for 1.5°C - Our Only Future”.  

In quell’occasione il Gruppo aveva condiviso i suoi progetti: coinvolgere i fornitori arrivando a realizzare una supply chain a emissioni nette zero entro il 2050; arrivare a emissioni operative nette zero; ridurre le emissioni di tipo 3 del 35% entro il 2030 (vs il livello del 2017) come parte del proprio target misurato con la metodologia SBT. Queste azioni supportano lo sforzo per raggiungere 5 anni in anticipo, nel 2025, l’obiettivo che Schneider Electric si è fissata già dal COP 21 - ovvero diventare carbon-neutral nel suo ecosistema esteso, riuscendo a far risparmiare ai suoi clienti una quantità di CO2 tale da superare la sua carbon footprint.  

Schneider Electric è stata tra i principali fautori della lotta al cambiamento climatico negli ultimi 15 anni. Il Gruppo ha adottato per le proprie attività le tecnologie di gestione dell’energia e di automazione industriale che offre al mercato; ha aiutato i propri clienti a raggiungere i loro obiettivi di efficienza e riduzione delle emissioni; ha permesso a oltre 24 milioni di persone di avere accesso all’elettricità.  

I risultati ottenuti nel 2019 nei programmi legati al clima dell’indice Schneider Sustainability Impact hanno confermato questa ambizione. Lato clienti, sono state risparmiate oltre 70 milioni di tonnellate di CO2; l’efficienza rispetto alle emissioni di CO2 per i trasporti è aumentata dell’8,8% e il gruppo ha confermato un dato di consumo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili pari al 45% del totale; inoltre, l’offerta di prodotti progettati in base ai principi della circolarità ha permesso di evitare il consumo di oltre 77.000 tonnellate di materie prime.  

Schneider Electric accelera l’innovazione con nuovi modelli di business e offerte che permettono di manutenere, riparare, aggiornare i prodotti così che abbiano un ciclo di vita più lungo, e di riprocessarli al termine. Fin dal 2015 nella strategia di ricerca e sviluppo del Gruppo è stato introdotto il programma ecoDesign WayTM per progettare i nuovi prodotti in modo che siano nativamente in linea con l’economia circolare e offrano altri vantaggi in termini ambientali.  

Gli obiettivi di circolarità per il 2020 di Schneider Electric sono:  

•Realizzare il 75% delle vendite a livello globale con soluzioni che fanno parte del suo programma Green Premium™  

•Avere 200 siti nel mondo che tendano a produrre zero rifiuti da smaltire in discarica (“toward zero waste to landfill”) 

•Usare pallet e cartone per il trasporto ottenuti al 100% dal fonti riciclate o certificate 

•Evitare il consumo di 120.000 tonnellate di risorse primarie attraverso riciclo, programmi di ritiro prodotti, iniziative ECOFIT™.  

Schneider Electric aiuta ad accelerare la transizione climatica dei clienti  

Con la sua divisione Energy and Sustainability Services (ESS), Schneider Electric fornisce ai suoi clienti in oltre 100 paesi consulenza per le loro strategie di riduzione delle emissioni e di acquisto di energie pulite, portando efficienza nelle loro attività e mantenendo i risultati nel tempo grazie a partnership di lunga durata. Nel 2019 i ricavi di questa divisione sono saliti del 20,2%, dimostrando che il percorso di decarbonizzazione sta accelerando.  

Come queste partnership producano un impatto concreto sulle emissioni è dimostrato da casi come quello di Agrial. Questo gruppo del settore agrario francese, che opera in tutta Europa, nel 2015 ha avviato un programma per l’efficienza con il supporto della divisione ESS, avendo l’obiettivo di ridurre del 10% i consumi energetici di tutti i suoi siti. Dopo il successo ottenuto in un sito pilota, in cui i risparmi garantiti sono stati addirittura superati, 46 siti sono entrati ad oggi nel progetto, riducendo in modo significativo le emissioni di gas serra.  

Agire oggi per un mondo più inclusivo  

Schneider Electric da oltre 10 anni ha avviato il programma Access to Energy che si propone di portare l’elettricità a 80 miliioni di persone entro il 2030, grazie ad offerte e modelli di business specifici. La scorsa settimana due soluzioni per questo programma - Villaya Community Emergency e Homaya PAYG hanno ottenuto l’etichetta Solar Impulse. Questa è assegnata da un team di esperti scientifici e finanziari indipendenti guidato da Bertrand Piccard; viene riconosciuta a soluzioni che dimostrano di essere attrattive sia dal punto di vista ambientale che economico. Ora, le due soluzioni Schneider Electric fanno parte delle 1000 soluzioni con questa etichetta, che possono cambiare in meglio il mondo.  

Un futuro net-zero è possibile insieme  

La scienza sul clima è chiara: le sfere pubblica e privata devono unirsi per ridurre le emissioni globali e bloccare l’aumento della temperatura. In linea con le raccomandazioni TCFD, Schneider Electric ha scelto due anni fa di adottare un approccio “prospettico” ai temi del cambiamento climatico e della transizione energetica, creando al suo interno un’organizzazione dedicata. Gli scenari sviluppati da Schneider Electric dimostrano che un futuro net-zero carbon, in linea con gli scenari delineati da IPCC per contenere l’aumento della temperatura a 1,5°C, è possibile, e che il Gruppo ha una posizione che gli permette di coinvolgere il suo ecosistema in questa transizione.  

Chi è Schneider Electric  

In Schneider Electric crediamo che l'accesso all'energia e alle tecnologie digitali sia un diritto umano fondamentale. Vogliamo fare in modo che tutti possano ottenere il massimo dall’energia e dalle risorse a disposizione, facendo sì che il nostro motto “Life Is On” si realizzi ovunque, per tutti e in qualsiasi momento. Forniamo soluzioni digitali per la gestione dell’energia e l'automazione, per l’efficienza e la sostenibilità. Integriamo le migliori tecnologie a livello mondiale, automazione in tempo reale, software e servizi, in soluzioni per abitazioni, edifici, data center, infrastrutture e industrie. Ci impegniamo per sostenere le infinite possibilità di una comunità aperta, globale e innovativa, che condivide con passione la nostra mission e i valori di inclusione e responsabilizzazione. www.se.com/it  

 

Caterina Ferrara, Cristiana Stradella 

Prima Pagina Comunicazione 

02 91 33 98 11