Schumacher è cosciente? Mistero sulle condizioni del tedesco

Il ricovero di Micheal Schumacher presso l'ospedale Georges Pompidou ha fatto riaccendere le luci dei riflettori sulle condizioni di salute del pilota tedesco.

Trasferito a Parigi sotto falso nome per evitare l'assalto dei media, nelle ultime ore sono diverse le voci che si sono rincorse sullo stato di salute dell'ex campione di Formula 1. Secondo quanto riportato dal quotidiano francese Le Parisien, il tedesco sarebbe cosciente e la conferma sarebbe arrivata proprio da una giovane dottoressa che, rimasta nell'anonimato, avrebbe fatto una confessione ad un collega. "Ma sì che è nel mio reparto, Schumacher sta proprio qui", le parole della donna che avrebbe anche confermato al proprio interlocutore lo stato del tedesco: "Posso assicurarti che è cosciente". Le Parisien ha precisato che si tratto comunque di “una testimonianza che ovviamente non chiarisce nulla di più sullo stato preciso del pilota”.

Un mistero avvolge le reali condizioni di salute del tedesco, il reparto di rianimazione dell'unità di cardiologia dove è stato ricoverato l'ex Ferrari è blindatissimo e soltanto l'amico di sempre Jean Todt è riuscito a far visita al tedesco. Diversi sono i giornalisti e le telecamere accorse all'ospedale internazionale Pompidou dove Schumacher sarà sottoposto ad una terapia cellulare studiata dal luminare Philippe Menasché, ma fin qui ogni tentativo di accedere al reparto è stato fallimentare.

La terapia, brevettata tramite un sistema di infusione per via endovenosa di un composto di sostanze terapeutiche preparate in laboratorio sulla base di cellule staminali, potrebbe essere ultimata già nelle prossime ore e Schumacher potrebbe far presto ritorno a casa.

LEGGI ANCHE - Il neurologo: “E’ in stato di minima coscienza, poche chance di recupero”