Schumacher, magistrati: pista da sci conforme agli standard

L'area fuoripista a Meribel, nelle Alpi francesi, dove è caduto sciando Michael Schumacher. REUTERS/Emmanuel Foudrot (Reuters)

PARIGI (Reuters) - La pista da sci francese, dove l'ex-campione di Formula Uno Michael Schumacher è caduto, era preparata secondo gli standard internazionali. Lo ha riferito il procuratore Patrick Quincy, presentando i risultati dell'inchiesta sulla caduta dagli sci di Schumacher dello scorso 29 dicembre, che ha provocato all'ex-pilota - attualmente ricoverato a Grenoble in coma farmacologico - gravi danni cerebrali. "Ci sono standard francesi sulla sicurezza, la segnalazione, la demarcazione...i controlli che abbiamo fatto mostrano che questi standard sono stati rispettati", ha detto il magistrato, aggiungendo che non è stato possibile determinare la velocità a cui scendeva Schumacher dal video che il pilota aveva sul casco. "Ho guardato il filmato, anche gli investigatori lo hanno visto, ma è difficile per me definire la velocità", ha sottolineato. Schumacher, sette volte campione di F1, stava sciando "oltre la zona segnalata", ha precisato il funzionario della gendarmeria francese Stephane Bozon, aggiungendo che gli sci non sono ritenuti la causa dell'incidente. - Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia