Sci: Ghedina, 'spero impianti possano aprire altrimenti sarebbe mazzata terribile'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 nov. – (Adnkronos) – "Io mi auguro che si possa restare aperti come è previsto al momento, con le cabinovie all'80%, certo i contagi stanno aumentando e probabilmente continueranno ad aumentare ma nuove chiusure sarebbero una mazzata terribile al settore della montagna. Lo scorso anno è saltata l'intera stagione e non poter riaprire vorrebbe dire la fine per tante attività con la perdita di posti di lavoro". Così all'Adnkronos Kristian Ghedina in merito a possibili nuove chiusure degli impianti sciistici a causa dell'aumento dei contagi da Covid.

"Io ho una scuola da sci e lo scorso anno sono dovuto rimanere fermo ma c'è da pagare l'affitto e i ristori compensano poco o niente, se dovessi stare chiuso un altro anno non credo riaprirei -sottolinea il vincitore di 13 gare di Coppa del Mondo di sci alpino-. Tanti sono nelle mie stesse condizioni, chiudendo si mette in ginocchio definitivamente un settore in grande difficoltà. Nessuno sottovaluta i problemi di salute pubblica e mi auguro si possa trovare un punto d'equilibrio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli