Sciacca, il 'Museo diffuso dei 5 sensi' emoziona e conquista il pubblico

·2 minuto per la lettura

Una puntata che ha emozionato e conquistato il pubblico quella di "Generazione Bellezza 2" del 26 Dicembre, condotta da Emilio Casalini e dedicata a Sciacca.

LEGGI ANCHE: -- Sicilia, in questo borgo potrai immergerti in un suggestivo presepe itinerante

La splendida città in provincia di Agrigento ha trovato nuova vita grazie ad un gruppo di cittadini che nel 2019 si è unito in cooperativa di comunità e ha dato vita al 'Museo Diffuso dei 5 Sensi'. Un modo per combattere la crisi culturale del centro storico, che lo ha trasformato in un museo a cielo aperto dove l'identità delle persone che vi abitano è il tesoro più prezioso.

Un progetto, quello del Museo diffuso dei 5 Sensi, che in primis porta i cittadini ad essere consapevoli del valore culturale della propria città così da poterlo condividere con i turisti, considerati 'cittadini temporanei'. La pagina Facebook del Museo è stata inondata da tantissimi messaggi di congratulazioni e affetto.

"Ho visto per caso il servizio e sono rimasta folgorata! - scrive un utente su Facebook - Non ne sapevo nulla. Il vostro punto di partenza di creare una Economia di Bellezza, mettendosi tutti insieme, ognuno con le proprie competenze senza aspettare la manna del cielo sono pensieri ed esigenze espresse da una comunità coraggiosa e ora è una realtà! Futuro. Intelligenza. Fuori dagli schemi. Un lavoro enorme immagino. Di grandissima ispirazione. Bellissimo il "cittadino temporaneo" vs "turista". Vi ammiro. Con moltissima stima un abbraccio da un piccolo borgo a sud di Milano."

Ma in cosa consiste questo particolare e suggestivo Museo?

Un luogo non è fatto solo di natura o costruzioni; non ci sono solo cose da vedere. Lo si può percepire e vivere attraverso gli odori, i suoni, i sapori e perché no toccando gli oggetti e ciò che lo compongono. Ecco quindi che l'intento del Museo Diffuso dei 5 Sensi è proprio questo: far vivere e scoprire la città non solo attraverso la vista, ma regalando un'esperienza immersiva e sensoriale completa.

I cittadini temporanei dovranno lasciarsi cullare dalle voci del mercato o dei pescatori del porto (UDITO), stuzzicare il palato assaggiando e scoprendo i prodotti tipici locali (GUSTO); visitando le grotte sulfuree il cui odore particolare sarà sicuramente indimenticabile (OLFATTO) infine toccando con mano il lavoro degli artigiani (famosi per le ceramiche e per la lavorazione del corallo). Artigiani che racconteranno e condivideranno la loro storia con tutti. (TATTO).

Se vi si siete persi la puntata andata in onda su Rai 3 il 26 Dicembre alle 20,30 potete recuperarla sul sito di RaiPlay (qui il link)

Crediti foto@Shutterstock


Mantova, quando si entra in questa sala non si sa dove guardare. 360 gradi di meraviglia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli