Sciame sismico sul Vesuvio: 15 scosse in un’ora e mezza

sciame sismico

Tornano ad accendersi i riflettori sul Vesuvio, interessato da uno sciamo sismico che ha visto la successione di ben 15 scosse nel giro di un’ora e mezza. Nonostante i terremoti siano state di lieve entità, hanno comunque creato scompiglio tra la popolazione, preoccupata per l’alto numero di microscosse in un brevissimo lasso di tempo segnalate dall’osservatorio vesuviano.

Sciame sismico sul Vesuvio

Un altissimo numero di brevi terremoti di lieve intensità si è susseguito nella serata di venerdì facendo tremare il territorio partenopeo alle pendici del vulcano. Le scosse sono state registrate dai sismografi tra le 19.14 e le 20.27 e sarebbero state 15 in totale. La magnitudo registrata è tra lo 0.1 e l’1.5. L’epicentro, secondo gli esperti, è stato individuato nel Parco Nazionale del Vesuvio, mentre l’ipocentro sarebbe molto superficiale, a meno di un chilometro di profondità. Le scosse sono state registrate dai sismografi ma non sarebbero state avvertite dalla popolazione a causa della bassa magnitudo. Gli esperti tengono comunque sotto controllo la zona per il timore di altre repliche.

Evento unico negli ultimi mesi

Secondo gli esperti, quello di ieri può essere considerato un evento un unico nel suo genere: erano infatti molti mesi che nelle falde del Vesuvio non si registrava uno sciamo sismico di tale portata. La prima microscossa sarebbe stata registrata poco dopo le 19 e da lì tutte altre. La più forte avrebbe avuto una magnitudo di 1,5. Secondo gli esperti, tuttavia, si tratterebbe di una normalissima attività nel sottosuolo, dunque nulla di cui preoccuparsi.