Scienza, porte aperte a Roma Tre per l'evento "Occhi sulla Luna"

Red

Roma, 28 gen. (askanews) - Ammirare la Luna al telescopio, ripercorrere le tappe dell'esplorazione spaziale, tenere in mano un meteorite, seguire un raggio di luce fino ai confini di un buco nero: queste sono solo alcune delle attività in programma a Roma per l'evento "Occhi sulla Luna" di venerdì 31 gennaio. Dalle 18 a mezzanotte il Dipartimento di matematica e fisica dell'Università Roma Tre organizza una serata pubblica dedicata al nostro satellite naturale, la Luna, alla fisica e alla matematica. Studenti e ricercatori faranno da guida in questa manifestazione, raccontando le loro conoscenze ed esperienze attraverso esperimenti, laboratori, dimostrazioni scientifiche, spettacoli e conferenze.

Grazie alla mostra "La conquista della Luna" - si legge su Media Inaf, il notiziario online dell'Istituto nazionale di astrofisica - si potranno seguire le missioni Apollo. Si potrà scoprire come cambia la gravità sul nostro satellite rispetto alla Terra e godere di un panorama lunare; approfondire la distanza tra Terra e Luna con l'aiuto di una rappresentazione in scala realizzata in collaborazione con l'associazione Speak Science; si potranno infine riconoscere i siti di allunaggio attraverso l'attività di realtà aumentata "Walking on the moon" sviluppata dall'Inaf di Padova e dall'Inaf Iaps di Roma. Tante saranno le attività dedicate ai bambini, come il gioco interattivo "Cattura la Luna".

Non mancheranno gli spettacoli astronomici del Planetario di Astrogarden, gestito in collaborazione con Speak Science, che permetterà di viaggiare nel Sistema solare e osservare l'universo delle alte energie. Infine l'Inaf Iaps di Roma, sempre in collaborazione con Speak Science, presenterà "Pianeti in una Stanza": un progetto didattico e divulgativo che permette di visualizzare in modo innovativo i pianeti e il cielo stellato tramite un monitor sferico che insegnanti e appassionati possono costruirsi anche a casa propria.

"Siamo molto felici di collaborare con gli amici di Roma Tre", dice Livia Giacomini, responsabile dell'Ufficio didattica e divulgazione dell'Inaf Iaps di Roma. "È sempre una bellissima esperienza, che ci permette di festeggiare la scienza e l'astrofisica con migliaia di persone, tra cui famiglie, bambini, studenti. Quest'anno abbiamo deciso di puntare sulle nuove tecnologie applicate alla divulgazione scientifica. Non è un caso che due tra i progetti che i ricercatori dell'Inaf Iaps porteranno a 'Occhi sulla Luna' siano stati presentati alla Maker Faire di Roma, la più grande fiera dell'innovazione in Italia. Il primo è 'Pianeti in una stanza', che nella sua semplicità verrà utilizzato anche dagli studenti di liceo con cui svolgiamo l'alternanza scuola-lavoro, e che per la manifestazione si trasformeranno in divulgatori della scienza. Il secondo progetto è 'Walking on the Moon', progettato e sviluppato dall'Inaf di Padova. Parliamo di un grande tappeto della Luna che applica la tecnologia della realtà aumentata per raccontare in modo coinvolgente e immersivo la storia dell'esplorazione lunare. Per chi non potesse partecipare alla serata, in futuro questi progetti faranno parte del Muviss il Museo virtuale di scienze spaziali che stiamo realizzando nella sede dello Iaps, a Roma, all'Area di ricerca di Tor Vergata. L'idea è quella di creare un piccolo-grande luogo dove le scuole possano utilizzare le nuove tecnologie per camminare e toccare con mano i pianeti e gli altri corpi del Sistema solare e le missioni che li stanno esplorando".

L'appuntamento è per venerdì 31 gennaio, dalle 18.00 fino a mezzanotte, in via della Vasca Navale 84. L'evento è gratuito e non è necessaria prenotazione: le attività a ciclo continuo garantiranno la partecipazione a tutti e si potrà partecipare alle conferenze, agli spettacoli e ai laboratori fino ad esaurimento posti. Il programma completo è disponibile sul sito del Dipartimento di matematica e fisica di Roma Tre (http://matematicafisica.uniroma3.it/terza-missione/iniziative-per -tutti/occhi-sulla-luna/).