Scienza & Salute: 'Il limone amalfitano e l'agricoltura eroica'

'Il limone amalfitano e l'agricoltura eroica' è il tema della puntata di oggi de 'Il Gusto della Salute', la rubrica scientifica coordinata dall'immunologo Mauro Minelli sotto l’egida scientifica della Fondazione Italiana di Medicina Personalizzata. Continua il viaggio nel mondo degli alimenti per conoscere a fondo le loro proprietà nutraceutiche tra benefici ed eventuali controindicazioni. "Possiamo essere orgogliosi - commenta Carlo De Riso, presidente dell’organizzazione Costiera Agrumi - perché siamo riusciti a mettere insieme 140 piccoli produttori che si dedicano al loro piccolo appezzamento, con passione, cura personale e trasporto a spalla, mettendo davvero in pratica l’idea ardita della ‘agricoltura eroica"'.

"Il limone costa d'Amalfi è un prodotto di successo - spiega l'assessore all'Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo - dovuto all'organizzazione che si sono dati piccoli ma determinati produttori agricoli, anche molto giovani, con le loro famiglie, e che grazie al ‘Consorzio di tutela del limone Costa d'Amalfi’ ci consentono di puntare su prodotti di assoluta qualità".

Veniamo al frutto e alle sue caratteristiche specifiche. "Il limone, largamente diffuso e utilizzato in tutto il mondo - sottolinea la biologa nutrizionista Dominga Maio - è ricco fino al 90% di acqua; tra i suoi macronutrienti troviamo carboidrati presenti come zuccheri semplici, mentre bassa è la quota di proteine e quasi assente quella di grassi. La buccia del limone è ricchissima di fibra con proprietà probiotiche, cioè capaci di dar nutrimento ai batteri intestinali e far sviluppare quelli più utili alla salute del nostro organismo. Chiaramente il limone è una roccaforte della vitamina C e grazie ad essa, se il limone accompagna il consumo di secondi piatti, riusciamo ad assorbire meglio il ferro contenuto ad esempio nella carne".

Qualche controindicazione c'è secondo Minelli, "pensiamo all'uso a volte improprio che si fa del limone sulla pelle, addirittura come protezione dai raggi solari; ebbene, pelli particolarmente sensibili non gradiscono affatto tale trattamento, per via dell'acidità tipica del limone che potrebbe portare irritazioni e non vantaggi. A proposito dell'acidità conviene ricordare che essa stessa può essere d'aiuto per facilitare la digestione dopo pasti abbondanti, tuttavia un uso continuativo di questo agrume è sconsigliato nei soggetti con reflusso gastroesofageo o con storia di ulcere e gastriti croniche".

"Di certo però - conclude l'immunologo - le proprietà benefiche del limone superano abbondantemente le sue controindicazioni. Inoltre questo frutto si presta ad innumerevoli lavorazioni che specie nel territorio di produzione (la costa amalfitana) consentono di apprezzarne le qualità e il gusto, come nel caso del famoso e amatissimo 'limoncello'.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli