Scintille sui social, Calenda 'blocca' Taradash

webinfo@adnkronos.com

Carlo Calenda 'blocca' Marco Taradash dopo un botta e risposta su twitter. Ad accendere la miccia è il messaggio con il quale l'esponente di +Europa si è rivolto al fondatore del nuovo movimento politico 'Azione'.  

"Capisco avercela con Renzi, ma iscriversi al Pd, minacciare di uscirne, farsi eleggere in Europa, uscirne, rinnegare trent'anni di onorata carriera liberista, e alla fine fondare un partito solo per dire che Renzi è un bullo non è un po' esagerato?", domanda Taradash. "Marco non rispondo a questo tweet tra il fesso e il capezzoniano. Se questo è il modo in cui @Piu_Europa vuole collaborare francamente non vedo un gran futuro. Vi auguro una buona strada", replica Calenda.  

 

 

"Non rispondo neppure io a questo tweet molto calendiano -insiste Taradash-. Preciso solo che non parlo a nome di +Europa che, essendo un partito, ha voci diverse e spesso discordi. Io tifo per e non contro. E i tuoi insulti ai bulli e ai mollicci mi pare ritardino i nostri comuni obiettivi. Comuni". Lo screzio social ha come epilogo lo screenshot postato dallo stesso Taradash che mostra il messaggio di twitter "Carlo Calenda ti ha bloccato, perciò non puoi né seguire né visualizzare i suoi tweet", con l'esclamazione: "Ahi!".